Tag Archives: alieni

Una “sorgente” d’acqua nello spazio. Trovata dalla Nasa sull’asteroide Bennu

La sonda Osiris-Rex si è avvicinata al corpo celeste grande come un grattacielo e ha trovato molecole antichissime di idrogeno e ossigeno. Ora la attende la missione più difficile: raccogliere un campione di roccia e riportarlo sulla Terra per svelare l’origine della vita

Arecibo ci riprova: “Giovani, scrivete il nuovo messaggio per contattare gli alieni”

Quarantaquattro anni dopo l’osservatorio di Arecibo ci riprova. Concorso fra studenti per realizzare un codice da inviare nello spazio agli extraterrestri

v

Una scena del film “Arrival”, diretto da Denis Villeneuve (2016)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CHE abbiate 5 o 25 anni, se avete un’idea, provate a scrivere un messaggio per gli alieni. Perché 44 anni dopo la trasmissione più potente al mondo mai deliberatamente trasmessa nello spazio e indirizzata a forme di vita sconosciute, Arecibo ci riprova. Nel 1974 dall’osservatorio di Portorico, fra i più famosi al mondo, venne trasmesso dal Radiotelescopio allo spazio, indirizzato verso l’ammasso globulare di Ercole M13, a 25.000 anni luce di distanza, un messaggio destinato agli extraterrestri.

Il mistero del sigaro interstellare, gli scienziati di Harvard: “Potrebbe essere una sonda aliena”

Inviata per indagare la Terra, ora alla deriva nello spazio. L’ipotesi è che “viaggi come un detrito grazie a un’attrezzatura tecnologica avanzata”, spinto forse dalle radiazioni solari. L’alta velocità dell’oggetto, insieme alla sua traiettoria inusuale, fa ipotizzare che non sia più funzionante

 

WASHINGTON – Un misterioso oggetto a forma di sigaro, scovato nel sistema solare l’anno scorso, potrebbe essere una sonda aliena inviata per indagare la Terra: è la tesi suggestiva avanzata dagli astronomi dell’Università di Harvard, che hanno puntato l’attenzione su alcune caratteristiche che ne spiegherebbero “un’origine artificiale”. Una sonda alla deriva nello spazio.

“L’acqua di Marte è ricca di ossigeno”. Lo studio Usa conferma la scoperta italiana

(ansa)

(ansa)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I calcoli del Caltech su Nature: i laghi sotterranei del pianeta rosso potrebbero ospitare microganismi e spugne, soprattutto ai Poli, dove gli italiani hanno scoperto un oceano a una profondità di un chilometro e mezzo.

UFO A Corio (Torino). Testimoni:abbiamo visto un disco volante che entrava nella montagna. Video

 

Resoconto delle indagini svolte a Corio dal socio C.UFO.M. Antonio Specchio di Torino

Cominciamo dai fatti. Alle ore 23 circa di mercoledì 6 giugno 2018 un oggetto volante non identificato molto luminoso ha sorvolato il paese di Corio. 

D’improvviso hanno fatto irruzione due caccia militari. Appena l’ufo si è accorto della presenza degli aerei militari si è dileguato in un baleno. Alla scena svoltasi nei cieli del cavanese hanno assistito diversi testimoni letteralmente sbigottiti. Simone, operaio di 39 anni,  ha addirittura sporto una denuncia presso i locali carabinieri.

Nel deserto argentino c’è una pista d’atterraggio per alieni a forma di stella

Una stella a 36 punte, di 48 metri di diametro, con al centro un’altra più piccola, fatta con le stesse pietre bianche e marroni ma a dodici punte. Ci sono voluti quattro anni per costruire quella che il suo creatore – lo svizzero Werner Jaisli – ritiene essere una piattaforma di atterraggio per esseri interplanetari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Siamo a Fuerte Alto, nel deserto argentino, a quattro chilometri dalla cittadina di Cachi, e questa enorme stella, perfettamente visibile dai satelliti, è un affascinante sito di avvistamento ufo: una bizzarra location, diventata negli anni un punto di ritrovo per studiosi e appassionati.

«Un Ufo nei cieli di Genova». Ma anche di Cosenza e Peschiera

Genova – Ancora segnalazioni di Ufo (la sigla sta per l’inglese “Unidentified flying object”, che in italiano diventa Ovni, oggetto volante non identificato) nei cieli italiani, almeno stando a quanto riferisce il Cufom, il Centro ufologico del Mediterraneo, che ha parlato di 3 diversi avvistamenti nei cieli di Genova, Peschiera Borromeo e Cosenza.

Hayabusa2, la sonda che sembra un videogioco ha “catturato” il suo asteroide

La missione giapponese ha fatto atterrare due rover su un corpo celeste a 290 milioni di chilometri da noi. Lo esplorerà rimbalzando, lancerà un proiettile per raccoglierne la polvere con un imbuto. E poi tornerà sulla Terra (se tutto andrà bene) per spiegarci come sono arrivate l’acqua e la vita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ come se una mosca si fosse posata sulla groppa di un bisonte al galoppo. Mentre l’asteroide Ryugu continua a sfrecciare per il cosmo a 32 chilometri al secondo, due piccoli rover costruiti dall’agenzia spaziale giapponese Jaxa sono atterrati sulla sua superficie.

Nuovo misterioso ‘lampo radio’ dall’Universo remoto

Credit: Canadian Hydrogen Intensity Mapping Experiment (CHIME)

Credit: Canadian Hydrogen Intensity Mapping Experiment (CHIME)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lo strumento canadese Chime ha rilevato un segnale anomalo, di appena due millisecondi, a una frequenza mai registrata prima. Si tratta di un “fast radio burst”, associati a eventi di grande potenza come buchi neri o supernove, ancora difficili da interpretare. Anche l’ipotesi “alieni” non può essere esclusa

Gli Alieni Tra Noi is Spam proof, with hiddy