Monthly Archives: settembre 2018

Nel deserto argentino c’è una pista d’atterraggio per alieni a forma di stella

Una stella a 36 punte, di 48 metri di diametro, con al centro un’altra più piccola, fatta con le stesse pietre bianche e marroni ma a dodici punte. Ci sono voluti quattro anni per costruire quella che il suo creatore – lo svizzero Werner Jaisli – ritiene essere una piattaforma di atterraggio per esseri interplanetari.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Siamo a Fuerte Alto, nel deserto argentino, a quattro chilometri dalla cittadina di Cachi, e questa enorme stella, perfettamente visibile dai satelliti, è un affascinante sito di avvistamento ufo: una bizzarra location, diventata negli anni un punto di ritrovo per studiosi e appassionati.

«Un Ufo nei cieli di Genova». Ma anche di Cosenza e Peschiera

Genova – Ancora segnalazioni di Ufo (la sigla sta per l’inglese “Unidentified flying object”, che in italiano diventa Ovni, oggetto volante non identificato) nei cieli italiani, almeno stando a quanto riferisce il Cufom, il Centro ufologico del Mediterraneo, che ha parlato di 3 diversi avvistamenti nei cieli di Genova, Peschiera Borromeo e Cosenza.

Che cosa può vivere nei laghi di Marte?

Quale forma di vita potremmo trovare nei laghi salati del sottosuolo del Pianeta Rosso? Aliena o simile agli estremofili terrestri?

Il polo sud di Marte fotografato dalla sonda Mars Express Orbiter: la regione bianca è la calotta di ghiaccio d'acqua e anidride carbonica, di circa 3 km di spessore per 350 km di diametro. I dati radar della sonda hanno rivelato, senza possibilità di errore, una vasta distesa di acqua liquida in profondità.|ESA / DLR / FU Berlin / Bill Dunford

Il polo sud di Marte fotografato dalla sonda Mars Express Orbiter: la regione bianca è la calotta di ghiaccio d’acqua e anidride carbonica, di circa 3 km di spessore per 350 km di diametro. I dati radar della sonda hanno rivelato, senza possibilità di errore, una vasta distesa di acqua liquida in profondità.|ESA / DLR / FU Berlin / Bill Dunford

Dopo la storica scoperta del lago di acqua salata sotto la superficie di Marte, gli esperti stanno fantasticando sulle creature viventi che potremmo incontrare in un luogo tanto ostile alla vita. A darci validi indizi è una categoria di esseri viventi terrestri: gli estremofili, ovvero creature che vivono negli ambienti più estremi.

No tags for this post.

L’ultimo avvistamento di un Ufo in provincia di Alessandria? È stato il 10 agosto a Bassignana

Paolo Toselli e il Cisu hanno catalogato 481 avvistamenti negli ultimi 70 anni. Una mostra al dal 7 al 30 settembre celebra quello della mattina del 2 settembre 1978, caso mai risolto

Paolo Toselli sta allestendo una mostra sugli Ufo che si inaugura venerdì 7 settembre ad Alessandria al museo della Gambarina

Paolo Toselli sta allestendo una mostra sugli Ufo che si inaugura venerdì 7 settembre ad Alessandria al museo della Gambarina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

«Sono passati 40 anni e ancora oggi mi chiedo che cosa fosse quello che ho visto». Roberto Pozzi ha 54 anni. Era un ragazzino di 14 la mattina del 2 settembre 1978, quando, incuriosito da un rumore strano («un sibilo») aprì la finestra della sua camera e nel campo di mais antistante la casa in aperta campagna, in via Loreto a San Michele, sospeso sulle pannocchie, vide «un oggetto a forma di sigaro, lungo circa 7-8 metri: si alzò a una velocità impressionante, pochi secondi ed era un puntino nel cielo che sfrecciava in direzione Sud». «Chiamai subito mia madre – aggiunge -, andammo a vedere nel campo».

No tags for this post.

Hayabusa2, la sonda che sembra un videogioco ha “catturato” il suo asteroide

La missione giapponese ha fatto atterrare due rover su un corpo celeste a 290 milioni di chilometri da noi. Lo esplorerà rimbalzando, lancerà un proiettile per raccoglierne la polvere con un imbuto. E poi tornerà sulla Terra (se tutto andrà bene) per spiegarci come sono arrivate l’acqua e la vita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ come se una mosca si fosse posata sulla groppa di un bisonte al galoppo. Mentre l’asteroide Ryugu continua a sfrecciare per il cosmo a 32 chilometri al secondo, due piccoli rover costruiti dall’agenzia spaziale giapponese Jaxa sono atterrati sulla sua superficie.

Giallo all’Osservatorio solare

 

E’ da più di una settimana, ormai, che l’Osservatorio solare nazionale di Sunspot in New Messico, negli Stati Uniti, è stato chiuso per misteriose «questioni di sicurezza». Le squadre speciali dell’Fbi sono arrivate all’improvviso il 6 settembre, a bordo di elicotteri d’assalto Blackhawk, e hanno blindato la struttura futuristica sul Sacramento Peak «fino a data da definirsi».

No tags for this post.

Turismo spaziale, Elon Musk vende il primo biglietto per la Luna

Il misterioso e fortunato acquirente sarà svelato lunedì, l’unica indiscrezione finora è una bandierina giapponese. I primi voli test per il super-razzo Bfr sono in programma l’anno prossimo, mentre per le spedizioni più lunghe bisognerà attenderne almeno tre…

Il razzo Bfr

Il razzo Bfr

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL PRIMO biglietto è stato staccato. Il razzo Bfr di SpaceX porterà un privato a farsi una scampagnata intorno alla Luna. Quando, non si sa con precisione. Certo una meta mica male e non troppo turistica, visto che non ci capita nessuno dalla fine dei programmi Apollo negli anni Settanta.

L’intelligenza artificiale va a caccia di extraterrestri

Un algoritmo di machine learning dell’università di Berkeley nell’ambito del progetto Seti ha individuato 72 nuovi lampi radio veloci provenienti da una sorgente distante 3 miliardi di anni luce e sfuggiti ai metodi tradizionali

Credit Breakthrough Listen image

Credit Breakthrough Listen image

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SCOPERTI una decina di anni fa, i lampi radio veloci (fast radio burst) continuano a essere per gli scienziati un oggetto del mistero. Durano pochi millesimi di secondo, arrivano da sorgenti extragalattiche e la loro origine non è ancora chiara: arrivano da stelle di neutroni magnetizzate o sono il segnale di civiltà sconosciute, molto avanzate ed extraterrestri? Ad aiutare gli astronomi, impegnati da tempo a intercettarli, arriva ora l’intelligenza artificiale.

No tags for this post.
Gli Alieni Tra Noi is Spam proof, with hiddy