Monthly Archives: settembre 2018

Hayabusa2, la sonda che sembra un videogioco ha “catturato” il suo asteroide

La missione giapponese ha fatto atterrare due rover su un corpo celeste a 290 milioni di chilometri da noi. Lo esplorerà rimbalzando, lancerà un proiettile per raccoglierne la polvere con un imbuto. E poi tornerà sulla Terra (se tutto andrà bene) per spiegarci come sono arrivate l’acqua e la vita

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ come se una mosca si fosse posata sulla groppa di un bisonte al galoppo. Mentre l’asteroide Ryugu continua a sfrecciare per il cosmo a 32 chilometri al secondo, due piccoli rover costruiti dall’agenzia spaziale giapponese Jaxa sono atterrati sulla sua superficie.

Giallo all’Osservatorio solare

 

E’ da più di una settimana, ormai, che l’Osservatorio solare nazionale di Sunspot in New Messico, negli Stati Uniti, è stato chiuso per misteriose «questioni di sicurezza». Le squadre speciali dell’Fbi sono arrivate all’improvviso il 6 settembre, a bordo di elicotteri d’assalto Blackhawk, e hanno blindato la struttura futuristica sul Sacramento Peak «fino a data da definirsi».

No tags for this post.

Turismo spaziale, Elon Musk vende il primo biglietto per la Luna

Il misterioso e fortunato acquirente sarà svelato lunedì, l’unica indiscrezione finora è una bandierina giapponese. I primi voli test per il super-razzo Bfr sono in programma l’anno prossimo, mentre per le spedizioni più lunghe bisognerà attenderne almeno tre…

Il razzo Bfr

Il razzo Bfr

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL PRIMO biglietto è stato staccato. Il razzo Bfr di SpaceX porterà un privato a farsi una scampagnata intorno alla Luna. Quando, non si sa con precisione. Certo una meta mica male e non troppo turistica, visto che non ci capita nessuno dalla fine dei programmi Apollo negli anni Settanta.

L’intelligenza artificiale va a caccia di extraterrestri

Un algoritmo di machine learning dell’università di Berkeley nell’ambito del progetto Seti ha individuato 72 nuovi lampi radio veloci provenienti da una sorgente distante 3 miliardi di anni luce e sfuggiti ai metodi tradizionali

Credit Breakthrough Listen image

Credit Breakthrough Listen image

 

 

 

 

 

 

 

 

 

SCOPERTI una decina di anni fa, i lampi radio veloci (fast radio burst) continuano a essere per gli scienziati un oggetto del mistero. Durano pochi millesimi di secondo, arrivano da sorgenti extragalattiche e la loro origine non è ancora chiara: arrivano da stelle di neutroni magnetizzate o sono il segnale di civiltà sconosciute, molto avanzate ed extraterrestri? Ad aiutare gli astronomi, impegnati da tempo a intercettarli, arriva ora l’intelligenza artificiale.

No tags for this post.

Arriva la cometa Giacobini-Zinner, una luce verde nel cielo notturno

Questa notte per ammirarla basterà un binocolo e, nei posti con un cielo molto buio, potrebbe essere visibile anche a occhio nudo. Si trova alla minima distanza dalla Terra e dal Sole, nella costellazione dell’Auriga

La cometa 21P Giacomini-Zinner osservata il 9 settembre (Foto: Gianluca Masi - Virtualtelescope project)

La cometa 21P Giacomini-Zinner osservata il 9 settembre (Foto: Gianluca Masi – Virtualtelescope project)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

UNA ‘vecchia conoscenza’ ha appena fatto il suo ingresso nella ribalta della volta celeste, una cometa, 21P Giacobini-Zinner, che proprio nella notte tra il 10 e l’11 settembre offrirà uno spettacolo interessante nel momento della sua massima luminosità, visibile dall’Italia con l’aiuto di un binocolo e, per i più fortunati che godono di un cielo scuro e al riparo dall’inquinamento luminoso, forse anche a occhio nudo.

No tags for this post.

Le testimonianze sugli UFO dagli archivi segreti della CIA

Numerosi casi di avvistamenti studiati dalla Cia e tenuti segreti per decenni sono ora disponibili al pubblico e facilmente consultabili. Così ciascuno può farsi un’idea personale di alcuni eclatanti casi di avvistamenti fatti da più testimoni.

Immagini contenute nel dossier sugli UFO rilasciato dalla CIA.|CIA

Immagini contenute nel dossier sugli UFO rilasciato dalla CIA.|CIA

 

In occasione della trasmissione della nuova serie di X-Files, anche la CIA ha pubblicato 10 X-Files veri. Si tratta di una serie di casi verificatisi in diverse parti del pianeta e raccolti dalla Central Intelligence Agency nel periodo compreso tra il 1952 e il 1953. 

No tags for this post.

Apollo 11, rese pubbliche 19 mila ore di audio Terra-Luna

Nei nastri digitalizzati in un imponente lavoro dell’Università del Texas si possono ascoltare i dialoghi tesi che precedono l’allunaggio, così come alcuni scambi ironici e rilassati. Soprattutto, emerge l’eccellente lavoro del centro di comando di Houston.

Al centro di controllo di Houston: gli astronauti Charles Duke, James Lovell e Fred Haise in contatto con i colleghi durante le operazioni di allunaggio.|NASA

Al centro di controllo di Houston: gli astronauti Charles Duke, James Lovell e Fred Haise in contatto con i colleghi durante le operazioni di allunaggio.|NASA

La NASA e l’Università del Texas hanno reso pubbliche 19 mila ore di registrazioni poco note delle conversazioni tra l’equipaggio dell’Apollo 11 e il centro di comando di Houston. Oltre a testimoniare il coraggio degli astronauti lunari, i file audio rendono omaggio all’eroico lavoro di squadra degli uomini del Johnson Space Center, capaci di guidare tre uomini sulla Luna con una ventina di computer meno potenti di uno smartphone.

No tags for this post.

Falla sulla Iss, l’Agenzia russa: “Non è escluso sabotaggio nello spazio”

Il foro nel laboratorio spaziale, che ha causato perdita di pressione, sarebbe stato fatto con un trapano. L’ipotesi più verosimile riguarda un errore a terra in fase di costruzione. Ma il direttore del Roscosmos non esclude nulla: “Atto forse deliberato”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualcuno ha ‘bucato’ con un trapano la navetta russa Soyuz, attraccata alla Stazione spaziale internazionale, e l’Agenzia spaziale russa non esclude che possa trattarsi di un sabotaggio. Secondo quanto dichiarato dal direttore generale del Roscosmos, potrebbe essere avvenuto addirittura in orbita per mano di un astronauta.

No tags for this post.
Gli Alieni Tra Noi is Spam proof, with hiddy