Monthly Archives: febbraio 2015

Spock

No tags for this post.

Watch: Has an ALIEN been caught on camera in Salford?

Footage caught on camera and posted to YouTube appears to show an apparent visitor from another world in Salford

Do you believe in aliens?

Before you decide, watch this chilling video of an apparent extra terrestrial spotted in Salford.

The footage was caught on camera and posted on YouTube by a channel called Para Truthers.

Their description of the video reads: “Grey Alien caught on camera January 2015 in Salford, UK.

No tags for this post.

Addio a Nimoy, mister Spock di “Star Trek”

L’attore aveva 83 anni. L’ultimo tweet: «Una vita è come un giardino. Momenti perfetti si possono vivere, ma non preservare, se non nella memoria. Lunga vita e prosperità»

È morto a 83 anni nella sua casa di Los Angeles l’attore Leonard Nimoy, dottor Spock di Star Trek. La fine è arrivata a causa di complicazioni polmonari si trovava nello stadio finale di una broncopneumopatia cronica ostruttiva.  

Leonard Simon Nimoy era nato a Boston il 26 marzo 1931 e deve ovviamente il grande successo al vulcaniano Spock nella serie televisiva originale di fantascienza Star Trek degli anni Sessanta e nei successivi film della serie. 

Nimoy era tornato a recitare la parte di Spock nei due Star Trek del 2009 e del 2013 firmati J.J. Abrams. Nella pellicola del creatore di Lost, c’è l’incontro tra l’anziano vulcaniano e il giovane sé stesso interpretato da Zachary Quinto. «In Spock ho finalmente trovato il meglio di entrambi i mondi», il mondo terreno e Vulcano, il pianeta natale del primo ufficiale dell’Enterprise, raccontava in una delle sue due autobiografie, pubblicate nel 1977 e nel 1995, in cui ammetteva di sentirsi per metà alieno. 

Ha usato Twitter per lasciare, domenica, ai fan un ultimo messaggio commovente: «Una vita è come un giardino. Momenti perfetti si possono vivere, ma non preservare, se non nella memoria». Poi ha concluso il messaggio con il suo famoso saluto: «Lunga vita e prosperità».Nato a Boston, in Massachusetts, da immigrati ebrei ucraini, Nimoy iniziò a recitare all’età di 8 anni, coltivando anche la passione per la musica. Prima del suo successo con Star Trek, Nimoy aveva recitato in numerosi film e spettacoli televisivi, quasi sempre in ruoli minori. La svolta arrivò con Star Trek, per la prima volta in onda sulla Nbc nel 1966 e vi resterà fino al 1969, ma infinite sono state le repliche in tutto il mondo. La sua interpretazione del dottor Spock gli valse tre candidature agli Emmy. 

 

No tags for this post.

Cerere. Quelle misteriose macchie luminose sul pianeta

Dawn, la sonda della NASA, la più vicina a Cerere, ha inviato nuove foto del pianeta nano, rispetto alle precedenti queste risultato molto più nitide, lasciando scorgere particolari che prima era impossibile identificare. Nella fattispecie, la sonda, il 19 febbraio scorso, quando si trovava a una distanza di 29mila miglia dal pianeta, ha scattato un’immagine che mostra due punti luminosi vicino la superficie del piccolo pianeta (560 miglia di diametro). Da cosa possano essere generati rimane un mistero. Le fotocamere della sonda sono ancora troppo lontane per offrire un’immagine più nitida, inizialmente si pensava fosse un’unica entità luminosa, ma l’avvicinarsi della sonda e la possibilità di scattare immagini più nitide hanno chiaramente fatto vedere che si tratta di due fonti luminose. Per alcuni, ma si tratti si mere supposizioni, si potrebbe trattare di due vulcani. Per svelare il mistero comunque non manca molto, la sonda Dawn entrerà nell’orbita del pianeta il prossimo 6 marzo, fornendo immagini molto più chiare sui misteriosi punti luminosi.

No tags for this post.

Il pasticcio della Nasa su Marte

La Nasa è stata accusata di aver commesso un incredibile errore nella ricerca della vita su Marte, distruggendo le uniche tracce di antichi organismi ancora disponibili.

La Nasa è stata accusata di aver commesso un incredibile errore nella ricerca della vita su Marte, distruggendo le uniche tracce di antichi organismi ancora disponibili. Gli esperti dell’Imperial College di Londra hanno affermato che gli esperimenti del Rover Curiosity potrebbero essere andati in fumo a causa di un minerale chiamato jarosite.

No tags for this post.

La scienziata della Nasa che si occupa di proteggere gli alieni dai terrestri

NEW YORK – La fantascienza ha immaginato spesso cosa succederebbe se un agente patogeno alieno cadesse sulla Terra e scatenasse contagi inarrestabili.

Il best seller di Michael Crichton, “Andromeda Strain” del 1969, poi diventato film nel 1971, immaginava proprio una simile catastrofe. Raramente però si immagina il contrario: la possibilità che sia l’uomo, con la sua esplorazione spaziale, a portare virus o batteri su altri corpi celesti. E tuttavia man mano che le missioni si moltiplicano, man mano che va maturando l’ipotesi di un atterraggio umano su Marte, questa preoccupazione è più verosimile. Ed è attuale: Mars One, il progetto dell’imprenditore olandese Bas Lansdorp, prevede di stabilire una colonia umana sul Pianeta Rosso già nel 2025.

No tags for this post.

Il caso McKinnon: un hacker a spasso tra i segreti della NASA

Un hacker scozzese ha violato gli archivi segreti del Pentagono e della NASA. La richiesta di estradizione degli USA e la prospettiva della carcerazione a Guantanamo. Ha trovato files con le testimonianze di UFO e alieni?

Un hacker viola i segreti del Pentagono e della NASA

È notizia di questi giorni che Gary McKinnon, l’hacker scozzese che circa dieci anni fa aveva violato per due anni consecutivi gli archivi informatici del Pentagono e della NASA, non sarà estradato negli USA come era stato chiesto dal Governo americano. Se il Governo inglese avesse accettato la richiesta di estradizione, lo attendeva una severa punizione da parte della magistratura statunitense, rischiando anche l’internamento presso la base militare di Guantanamo come un terrorista che aveva attentato alla sicurezza degli Stati Uniti.

Nel lasso di tempo trascorso tra febbraio del 2001 e marzo del 2002, Gary McKinnon, che operava come hacker con lo pseudonimo di “Solo”, era riuscito a penetrare in 97 computer militari e della NASA.

L’hacker scozzese Gary McKinnon

Secondo l’accusa dei tribunali americani avrebbe cancellato files essenziali del sistema informatico e avrebbe causato lo spegnimento della rete del Distretto Militare di Washington. Inoltre, le autorità statunitensi hanno accusato McKinnon di aver reso inutilizzabili i computer della Marina, dell’Aeronautica e del Dipartimento della Difesa, provocando danni economici per oltre 700.000 dollari. Tutto questo proprio nel periodo in cui gli Stati Uniti erano stati oggetto dell’attentato terroristico dell’11 settembre 2001 alle due torri gemelle di Manhattan.

No tags for this post.

Gli alieni sono tra noi: presto tutta la verità su Roswell

Sarà un appuntamento storico: il prossimo 5 maggio all’Auditorium Nazionale di Città del Messico il giornalista Jamie Maussan mostrerà la prova dell’esistenza degli extraterrestri, degli alieni che vivono tra noi.

No tags for this post.
Gli Alieni Tra Noi is Spam proof, with hiddy