Addio a Nimoy, mister Spock di “Star Trek”

L’attore aveva 83 anni. L’ultimo tweet: «Una vita è come un giardino. Momenti perfetti si possono vivere, ma non preservare, se non nella memoria. Lunga vita e prosperità»

È morto a 83 anni nella sua casa di Los Angeles l’attore Leonard Nimoy, dottor Spock di Star Trek. La fine è arrivata a causa di complicazioni polmonari si trovava nello stadio finale di una broncopneumopatia cronica ostruttiva.  

Leonard Simon Nimoy era nato a Boston il 26 marzo 1931 e deve ovviamente il grande successo al vulcaniano Spock nella serie televisiva originale di fantascienza Star Trek degli anni Sessanta e nei successivi film della serie. 

Nimoy era tornato a recitare la parte di Spock nei due Star Trek del 2009 e del 2013 firmati J.J. Abrams. Nella pellicola del creatore di Lost, c’è l’incontro tra l’anziano vulcaniano e il giovane sé stesso interpretato da Zachary Quinto. «In Spock ho finalmente trovato il meglio di entrambi i mondi», il mondo terreno e Vulcano, il pianeta natale del primo ufficiale dell’Enterprise, raccontava in una delle sue due autobiografie, pubblicate nel 1977 e nel 1995, in cui ammetteva di sentirsi per metà alieno. 

Ha usato Twitter per lasciare, domenica, ai fan un ultimo messaggio commovente: «Una vita è come un giardino. Momenti perfetti si possono vivere, ma non preservare, se non nella memoria». Poi ha concluso il messaggio con il suo famoso saluto: «Lunga vita e prosperità».Nato a Boston, in Massachusetts, da immigrati ebrei ucraini, Nimoy iniziò a recitare all’età di 8 anni, coltivando anche la passione per la musica. Prima del suo successo con Star Trek, Nimoy aveva recitato in numerosi film e spettacoli televisivi, quasi sempre in ruoli minori. La svolta arrivò con Star Trek, per la prima volta in onda sulla Nbc nel 1966 e vi resterà fino al 1969, ma infinite sono state le repliche in tutto il mondo. La sua interpretazione del dottor Spock gli valse tre candidature agli Emmy. 

 

No tags for this post.
Gli Alieni Tra Noi is Spam proof, with hiddy