Monthly Archives: gennaio 2015

Salucci: Gli Alieni vogliono proteggere in silenzio la nostra evoluzione culturale

Il professor Paolo Salucci, della Scuola internazionale superiore di studi avanzati di Trieste (Sissa), ha visto pubblicata dall’autorevole rivista Annals of Physics una sua interessante ricerca, (questo il link). Tra i principali studiosi di materia oscura in Italia e a livello internazionale, Salucci – assieme a chi ha condiviso il suo lavoro – interpreta la Via Lattea “come il motore di un gigantesco wormhole”, dunque qualcosa di simile a quanto descritto dal film “Interstellar”. Inoltre, la sua è soprattutto una provocazione che mira a stimolare la comunità scientifica ad affrontare il problema della materia oscura da un punto di vista differente. Ma il tema trattato può abbracciare anche la questione della vita al di là della nostra Terra. Ho così deciso di contattare il professore, al quale ho posto due semplici domande. E quanto mi ha risposto è la “polpa” di questo post che vado a proporvi (invitandovi però, prima, a leggere o a rileggere l’articolo di Corriere.it). Qui, invece, aggiungo un “fuori onda” o un off topics, se preferite. Si riferisce a Marte: dal giorno 18, mi segnala Tetricus, non giungono più immagini da Curiosity. Liberi di dare la vostra interpretazione a questo black out.

Professor Salucci, lei crede alla possibilità che nell’universo ci siano forme di  vita simili alla nostra o addirittura con qualità superiori?

“La cosa inspiegabile sarebbe il fatto che nella nostra galassia non vi fosse alcuna vita intelligente oltre alla nostra. La nostra civiltà è nata tardi, il Sole ha circa 4 miliardi di anni di vita, ma la nostra galassia esiste da 12 miliardi di anni. Centinaia di milioni di stelle come il Sole sono esistite miliardi di anni prima di noi. Qualcosa devono aver lasciato!  E’ stato calcolato che per colonizzare una galassia , ad una civiltà neanche troppo avanzata rispetto alla nostra, occorrerebbero solo 100.000 anni. Quindi la domanda è  quella di Enrico Fermi: dove sono tutti questi Alieni? La risposta è complicata, ma al momento esula l’aspetto scientifico ed entra nella filosofia o nella pura fantascienza. Riguardo alle qualità di queste ipotetiche civiltà, noi siamo sicuramente gli ultimi arrivati e gli ultimi ad aver raggiunto un certo livello scientifico (abbiamo solo decine di anni dall’inizio dell’era nucleare, dell’intelligenza artificiale, delle esplorazioni spaziali); qualuque civiltà con cui entreremmo in contatto ci  sarebbe sicuramente tecnologicamente molto superiore.  Ma le civiltà galattiche, forse, non vengono  giudicate dal loro progresso scientifico bensì dalle loro capacità creative. Allora, forse, Mozart, Leonardo, Hegel potrebbero aver reso la razza umana un mito tra le  razze di tutta  la galassia!”

La teoria che ha esposto assieme ai suoi colleghi indiani ci apre in qualche modo la strada per agganciare queste eventuali realtà?

“Altre civiltà  sono già dappertutto e probabilmente sono già qui. Hanno ottimi motivi per non voler comunicare con noi, il principale dei quali è il non voler alterare la nostra naturale evoluzione culturale di razza giovanissima, la cosa più preziosa che noi abbiamo e che è ambita dalle razze mature. I risultati del nostro articolo non forniscono una scorciatoia per  un contatto con ET; affermano invece che noi potremmo scambiare, per effetto naturale, delle conseguenze di una modificazione  artificiale dell’universo che ci circonda da parte di entità senzienti”.[fonte]

No tags for this post.

Un’altra Terra e un altro Sole?

Con cinque pianeti di grandezza paragonabile a quella della Terra, in orbita attorno a una stella formatasi quando l’Universo era ancora giovanissimo, il Sistema Solare di Kepler-444 socchiude la porta di un’ipotesi affascinante: la Via Lattea ha già conosciuto la vita

Il Sistema Solare di Kepler-444 in un’animazione a computer. Orbitano a una distanza inferiore a un quinto di quella percorsa da Mercurio attorno al nostro Sole.

Gli astrosismologi e i ricercatori dell’Università di Birmingham hanno guidato il team che ha scoperto un Sistema Solare con cinque pianeti di dimensioni simili a quelle della Terra, e che risale agli albori della formazione della Via Lattea, la galassia che abitiamo.

No tags for this post.

Vita su Marte? Complottisti in delirio per una foto rilasciata dalla NASA

Gli scienziati si sono domandati a lungo se realmente la vita esiste su Marte e, alla luce di questa nuova serie di foto, la domanda potrebbe quasi trovare una risposta andando a confermare tutte quelle teorie che i complottisti sostengono da sempre ovvero “non siamo soli nell’universo“. Le immagini, pubblicate, riprese da una telecamera di navigazione della sonda, sembrano evidenziare una figura umana, la cui ombra si proietta sul suolo di Marte, mentre è intenta ad operare sulla Mars Curiosity Rover che sta scannerizzando il pianeta “rosso”.

Effettivamente tutto farebbe pensare ai lineamenti di un uomo che incombe sulla sonda, come se la stesse riparando privo di casco, ma con sulle spalle quello che potrebbe essere un set di bombole d’aria. Le foto dell’ombra misteriosa sono state segnalate da un sito che monitora gli avvistamenti degli UFO ed hanno letteralmente mandato in visibilio i teorici della cospirazione, rincarando la dose su una precedente notizia, ovvero quella che un presunto hacker, Gary McKinnon, sia riuscito ad ottenere documenti riservati del governo statunitense che dimostrano l’esistenza di “vita extraterrestre”.

No tags for this post.

Internet sta sviluppando una propria coscienza? Sta nascendo una nuova vita? Siamo in pericolo?

Miliardi di computer interconnessi compongono la più grande infrastruttura tecnologica mai creata dall’umanità, molto simile alla configurazione dei neuroni del cervello umano che starebbe alla base dell’auto-consapevolezza umana. È possibile che Internet, una gigantesca rete neurale artificiale, stia cominciando a prendere coscienza di sé? Dobbiamo cominciare a preoccuparci?

Gli amanti della fantascienza hanno ben presente il ruolo di Skynet, la gigantesca rete di computer profetizzata in Terminator, il film di James Cameron uscito nel lontano 1984.

Basata su un sofisticato microchip prodotto dalla Cyberdyne Systems Corporation, poco dopo la sua attivazione, Skynet diviene autocosciente, scatenando un olocausto nucleare globale che gli permetterà di prendere il controllo del pianeta.

No tags for this post.

Ufo, la NASA interrompe la diretta streaming dall ISS

Durante una diretta streaming della NASA, le telecamere della Stazione Spaziale Internazionale inquadrano in lontananza un misterioso oggetto al di sopra dell’atmosfera terrestre.
Pochi attimi dopo, appare un messaggio di scuse dell’agenzia spaziale americana, che per problemi tecnici ha dovuto interrompere il collegamento.

Il video riprende, ma con un’inquadratura diversa rivolta verso il cielo della Terra. Bella, poetica e spettacolare, certamente, ma c’è chi ha trovato più strano che meraviglioso il cambio repentino di “scena” e l’improvviso black out delle telecamere. Proprio in coincidenza dell’avvistamento di quello che a tutti gli effetti è un UFO.

No tags for this post.

La Montagna Sacra del Dio del Tuono

Cari amici del sito “Gli alieni tra noi – L’HUB che ti informa dove gli altri non osano!“, oggi vi parlerò di esseri extraterrestri che stabilirono il paleo-contatto, o meglio, uno dei vari paleo-contatti avvenuti nel corso dei millenni tra varie specie dell’Universo ed i nostri antenati. Parallelamente al Culto del Cargo, fenomeno ben noto e studiato, in cui le primitive popolazioni terrestri rappresentavano forme di aerei ed astronavi ed adoravano gli dèi venuti a portare doni e conoscenza dal cielo, si sviluppò in tutte le tribù terrestri l’usanza di deformare il cranio dei neonati, mediante fasciature e tavolette, per farli assomigliare agli dèi scesi dal cielo.

Queste due tessere del nostro puzzle alieno s’incastrano perfettamente col Culto della Montagna Sacra. Praticamente non esiste luogo della Terra in cui un popolo non abbia adorato e venerato la Montagna Sacra come casa di Dio. Quelle stesse incredibili costruzioni che noi abbiamo chiamato piramidi, sparse in tutto il pianeta, tra popolazioni ed epoche diverse, non sono altro che la rappresentazione della montagna sacra, la casa di Dio! La montagna sacra era la residenza della divinità.

Nei racconti di ogni epoca è la dimora eletta dagli Dèi, ed è un luogo dalle particolari caratteristiche: la regolarità delle proporzioni della forma a cono ed un aspetto che incute enorme potere tra le dimensioni terrene e quelle extra-dimensionali. In India vennero scritti i sacri testi Veda, nei quali possiamo leggere la descrizione dei Vimana, le grandi navi di fuoco degli dèi che atterravano e ripartivano con grande rumore di tuono.

No tags for this post.
Gli Alieni Tra Noi is Spam proof, with hiddy
Vai alla barra degli strumenti