Tag Archives: TAG-ALIENI

“Girano velivoli che forse non sono di questo mondo”: le parole (snobbate) del fisico Puthoff

Segnalato da Vladimiro Bibolotti, presidente del Centro Ufologico Nazionale, vi raccomando di dare un’occhiata al rapporto del fisico Harold “Hal” Puthoff in occasione della conferenza della SSE (Society for Scientific Exploration, cioè Società per l’Esplorazione Scientifica)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il commento di Bibolotti è fin troppo chiaro: “E’ dirompente e rivoluzionario per le attuali concezioni della fisica e dell’astronautica sugli Ufo/Uap (ndr: sta per Unidentified Aerial Phaenomena): con quello che sta scritto in quella relazione, altro che rivoluzione copernicana. Si parla esplicitamente di ‘tracce di oggetti spaziali avanzati di origine non terrestre’: forse è il documento più importante rilasciato dopo il ‘Dossier Cometa’ francese  o il ‘Rapporto Sturrock’.

L’astrofisico cambia la storia dell’universo: “Non siamo soli” Le prove decisive sulla vita aliena

Ufo, l’astrofisico Andrea Tiengo sugli extraterrestri: “Sarebbe strano che non ci fossero”

Da sempre l’uomo cerca una risposta definitiva all’ipotesi se ci sia vita intelligente fuori dal pianeta Terra. Che possa esistere vita extraterrestre “è molto probabile”, secondo il prof. Andrea Tiengo, che insegna astrofisica alla Scuola universitaria superiore Iuss di Pavia. Finora però gli esperti hanno una sola certezza: che un essere umano li abbia potuti mai incontrare è impossibile.

Alieni: incontri ravvicinati di… quale tipo? La nuova scala dei segnali extraterrestri

Si va verso una revisione della Scala di Rio, lo strumento che classifica significato e importanza dei radiosegnali extraterrestri (e capire se sono attribuibili ad alieni). L’idea è di renderla più adatta alle comunicazioni attuali, più veloci e globali rispetto a qualche anno fa.

Se non siamo soli, dove sono tutti?|Joel Tonyan, Flickr

Se non siamo soli, dove sono tutti?|Joel Tonyan, Flickr

Gli scienziati dell’osservatorio di Parkes, in Australia, per 17 anni avevano registrato, per una o due volte all’anno, misteriosi radiosegnali. Nel 2015, la (deludente) soluzione del giallo: i segnali provenivano dal microonde della sala relax. Non è la prima volta che simili falsi allarmi fanno impennare le aspettative circa un possibile segnale alieno – poi puntualmente disilluse.

La macchina della verità conferma che Buzz Aldrin ha visto un UFO

Buzz Aldrin, il secondo astronauta a camminare sulla luna, ha superato la macchina della verità facendo delle rivelazioni sconvolgenti


 

 

 

 

 

 

 

 

Gli alieni sono i protagonisti di numerosi film di fantascienza, libri e storie da raccontare ai bambini. C’è chi dice di averli visti, di essere stato rapito e addirittura di provenire da un altro mondo. Ma c’è anche chi è stato nello spazio e ha detto di aver visto qualcosa che non riesce a spiegarsi: si tratta dell’astronauta Buzz Aldrin. L’uomo ha anche superato il test della macchina della verità asserendo di aver visto un oggetto UFO, un oggetto volante non identificato.

Trattare con gli Alieni? Assolutamente inutile: il “fattore umano” ci porterebbe alla distruzione

 

 

 

 

 

 

 

 

Si chiama “human factor”, fattore umano, e si sa che gioca un ruolo determinante (spesso, ahinoi, in negativo), negli incidenti aerei. Ma c’è anche chi si è preso la briga di pesarlo in funzione di un eventuale contatto con gli Alieni. Ebbene, pare ci sia ben poco da stare allegri: sembra infatti che saremo noi a combinare la frittata e a fare in modo che gli extraterrestri abbiano la meglio dopo il vano tentativo di stabilire un contatto e di farci capire.

C’è acqua su una luna di Giove. “Ora cercheremo lì forme di vita”

Dalla superficie ghiacciata di Europa si alzano getti di vapore, segno che sotto si nasconde un oceano. La scoperta grazie alla rielaborazione di dati acquisiti nel 1997 dalla sonda Galileo. Che ora guideranno le future missioni spaziali dirette verso il pianeta gigante. Alla ricerca di ET

Stephen Hawking: ecco le sue citazioni più interessanti (e inquietanti) su alieni, donne e futuro dell’umanità

L’astrofisico di fama mondiale Stephen Hawking è morto all’età di 76 anni. Lo afferma un portavoce della sua famiglia. È morto nella sua abitazione a Cambridge. Ha convissuto per oltre 55 anni con una malattia invalidante.

Vogliamo ricordarlo così;
Nonostante potesse parlare solo attraverso un sintetizzatore vocale, Hawking ha avuto sempre cose molto interessanti da dire durante la sua vita

Anche se il famoso astrofisico Stephen Hawking poteva parlare solo attraverso un sintetizzatore vocale, durante la sua vita ha avuto sempre molte cose interessanti, e a volte anche inquietanti, da dire. Per esempio, sul futuro dell’umanità.

Gli Alieni Tra Noi is Spam proof, with hiddy
Advertisment ad adsense adlogger