In Italia aumentano le persone che credono in UFO ed extraterrestri

letto da: 619
1 0

Sostieni glialienitranoi.it,mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

Perchè fare una donazione? Noi ce la mettiamo tutta a tenerti informato sulla tua passione!
Nel mondo dell'ufologia, ci sono molte notizie fake, noi, le selezioniamo e verifichiamo personalmente
Putroppo, nel portale siamo costretti ad inserire della pubblicità per poter sopravvivere.
Siamo totalmente autonomi e indipendenti, solo la nostra passione ci spinge a continuare..
Se ritieni che stiamo facendo un buon lavoro, allora aiutaci con una piccola donazione in questo momento difficile
Grazie
Tempo lettura articolo:4 Minuti, 40 Secondi

Il 20% dei nostri connazionali si interessa allo spazio. “Serve più attenzione sul tema da parte di governi e scienza ufficiale”, dice il presidente della FUI

Circa il 20% degli italiani vi si interesserebbe. Boom negli Usa e in Sud America con percentuali che supererebbero il 50%. Danilo Iosz, presidente della Federazione Ufologica Italiana: “Queste materie meritano l’attenzione e l’approfondimento coordinato di tutti i governi e della scienza ufficiale”

Sarebbero in costante aumento il numero degli italiani che si interessa ad alieni e oggetti non identificati. Dopo il boom di segnalazioni registrato nel 2020 – 380 contro i 241 del 2019 stando ai dati del Centro ufologico nazionale – il fenomeno sembra coinvolgere sempre più gli italiani. Abbiamo chiesto in merito a Danilo Iosz, presidente della Fui, la Federazione ufologica italiana.

Quanti sono gli avvistamenti ufologici segnalati in Italia ogni anno?

Al momento non è possibile rispondere a nome di tutta la comunità ufologica italiana. Possiamo però fare una valutazione a livello federativo basandoci statisticamente anche sui dati forniti da altri gruppi, associazioni e ricercatori indipendenti.

Alla Fui pervengono mediamente 50-100 segnalazioni di avvistamento all’anno che meritano almeno un approfondimento preliminare. Tra queste, dopo le opportune verifiche, soltanto il 50 per cento dei casi vengono concretamente valutati, studiati ed eventualmente catalogati nonché pubblicati tramite appositi articoli, sul sito web della federazione

Ovviamente dopo aver ottenuto il consenso da parte dei testimoni. Tale scrematura avviene, dopo alcune verifiche preliminari che spesso spiegano razionalmente il fenomeno segnalato riducendo di molto il numero dei casi effettivamente meritevoli di indagini più approfondite.

Volendo poi prendere in considerazione anche i dati parziali forniti da altri gruppi ed associazioni di categoria, esistenti a livello nazionale, potremmo affermare che la casistica si amplia fino a raggiungere un migliaio di segnalazioni annue che si riducono però, dopo le opportune verifiche, a circa 300-350 casi effettivi ritenuti interessanti.

Cosa fa nello specifico la Federazione ufologica italiana?

La Federazione ufologica italiana è una associazione no profit che ha come scopo lo studio, la ricerca scientifica, la promozione e la diffusione della tematica inerente gli Ufo (oggetti volanti non identificati, oggi denominati Uap), gli extraterrestri, l’archeologia spaziale o paleoastronautica, il paranormale, gli studi esoterici e lo sviluppo di tutte le tematiche a questi inerenti, sia in Italia che all’estero.

Si prefigge in particolare di fare ricerca ufologica anche con metodi scientifici, di divulgare le sue scoperte, di condividerne i risultati pubblicamente al fine di dimostrare l’esistenza della realtà extraterrestre e dei fenomeni connessi, estendendo i suoi studi a tutti i campi di ricerca in materia di scienza e mistero senza alcuna preclusione.

Quante persone, in Italia, possono essere interessate alla tematica degli oggetti volanti non identificati e agli extraterrestri?

È impossibile dare una risposta definitiva. Potremmo dire che, riferendoci ai luoghi ove sono stati condotti studi statistici sulla popolazione interessata al fenomeno ufologico e a quello delle interazioni aliene, dovremmo prendere come riferimento dati relativi a statistiche riferite ad interi continenti o paesi molto grandi come gli Stati Uniti d’America, il Sud America, il Centro America, l’Europa e l’Asia.

Negli Usa, ad esempio, la popolazione globale sembra essere molto sensibile al tema degli ufo e degli alieni, con una percentuale che rasenta il 50 per cento per i primi ed il 30 per i secondi.

L’interesse è sempre stato alto ma, a seguito del recente disclosure attuato con la presentazione del report sul fenomeno Uap al congresso Usa e la divulgazione dei vari video girati dalle forze armate statunitensi, l’interesse è sicuramente aumentato in modo esponenziale, non solo nel paese di riferimento ma anche nel resto del globo.

In Sud America le statistiche di riferimento parlano di un interesse che raggiunge il 60-70% della popolazione globale per gli Ufo e del 30-50% per la presenza extraterrestre. Ad esempio, Brasile, Cile, Argentina hanno avuto diversi casi interessanti divenuti famosi nel tempo, come anche il Perù.

Anche l’America Centrale si attesta tra il 50-60% per gli Ufo ed al 30-50% per la presenza extraterrestre. Qui, il paese con maggiore interesse risulta essere sicuramente il Messico. In Europa le percentuali scendono un po’, attestandosi tra il 30-35% per quanto concerne l’interesse per gli Ufo ed al 25-35% per la presenza aliena.

Tra i paesi con maggiore interesse segnaliamo sicuramente la Spagna e il Regno Unito mentre l’Italia è attualmente uno dei paesi che mostra meno interesse alla questione ufologica. Anche qui registriamo un discreto aumento percentuale, forse dovuto alle notizie provenienti dagli Stati Uniti, che si attesta attualmente intorno al 20% per quanto concerne l’interesse per gli Ufo e poco meno per quanto concerne la presenza extraterrestre. Per quanto riguarda invece l’Asia, incluse Russia, Giappone e Cina, l’attuale soglia di interesse si aggira intorno al 35-40% sia per gli Ufo che per la presenza aliena.

Tenendo sempre a mente che si tratta di dati statistici in continua evoluzione, non accertabili se non attraverso interviste a campione, possiamo sicuramente dichiarare che l’interesse per le materie misteriche e parascientifiche risulta essere oggi in costante aumento, nonostante permanga una certa impreparazione che provoca ancora scetticismo ottuso ed ingiustificato.

Trattandosi di materie destinate prima o poi ad essere svelate, almeno in parte, siamo convinti che esse meritino la giusta attenzione e l’approfondimento univoco e coordinato di tutti i governi, della scienza ufficiale, e della ricerca in generale, compresa quella effettuata da ricercatori di tutto il globo che, per passione o per amore della verità, hanno dedicato la propria esistenza alla comprensione del fenomeno Ufo.[Fonte]

Happy
Happy
0 %
Sad
Sad
0 %
Excited
Excited
0 %
Sleepy
Sleepy
0 %
Angry
Angry
0 %
Surprise
Surprise
100 %