Nelle immagini in 3D della sonda Mars Express, diffuse dall’Agenzia spaziale europea, l’immenso “deposito” di ghiaccio perenne sul pianeta rosso


LA DISTESA gelata appare come un’enorme pista sul ghiaccio in mezzo al deserto. E’ l’immagine diffusa dall’Agenzia spaziale europea (Esa) catturata dal Mars Express in orbita attorno al cratere Korolev di Marte. In realtà si tratta di un mosaico di cinque foto scattate dalla fotocamera ad alta risoluzione (High Resolution Stereo Camera, HRSC) da differenti prospettive e raccolte in 15 anni di sorvolo, che vanno a comporre un ritratto tridimensionale del ghiacciaio permanente


Il cratere Korolev, intitolato al pioniere della tecnologia spaziale Sergei Korolev e largo 82 chilometri, si trova nelle pianure dell’estremo Nord di Marte, non lontano dalla distesa di dune nota come Olympia Undae. Il ghiacciaio, spesso circa 2 chilometri, si mantiene all’interno del cratere grazie al fenomeno conosciuto come “trappola fredda” che vede le correnti di aria più fredda spingersi sul fondo creando le condizioni ideali perché la calotta perduri nonostante le alte temperature sulla superficie del pianeta rosso.

La missione Mars Express è partita il 2 giugno del 2003 e la sonda ha raggiunto Marte sei mesi dopo: il 25 dicembre festeggerà dunque i suoi 15 anni in orbita attorno al pianeta rosso. [fonte]

No tags for this post.