Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

Inoltre ti confermiamo che questo è un sito sicuro, privo di malware o di software indesiderato...

Canale Youtube

Video Dossier
GTranslate
itenfrdeptrues

Qui sotto trovate il banner da inserire nel vostro sito per poter fare uno scambio pubblicitario alla pari.

Potete ridimensionare a piacimento e deve puntare a http://www.glialienitranoi.it.

Per info e inviarci il Vostro banner

contatti
Top Secret
Web- Tv
Segnala avvistamento
Corrado Malanga
Davide Capelli
Archivio File U.F.O

Luci misteriose fotografate dalla Stazione Spaziale Internazionale

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Categoria principale: ROOT Categoria: Avvistamenti
Creato: 29 Aprile 2017 Data pubblicazione
Scritto da Bruno Stazi Visite: 206

Un video ripreso dalla Iss mostra due "luci sconosciute" transitare a 300 km di quota dalla superficie terrestre: non ci sono spiegazioni ufficiali

Nel riquadro giallo la luce che nel video (qui sotto) si vede muoversi nel cielo.|ESA

 

L'Agenzia spaziale europea ha rilasciato un video realizzato in timelapse dall'astronauta francese Thomas Pesquet (Iss, Expedition 51), girato sopra la California. «La sequenza mostra un temporale con un gran numero di fulmini», spiega Pesquet: più o meno a metà del video si vedono piccole luci che sfrecciano nel cielo.

 

Interrogata sulla natura delle luci, l'Esa le ha definite probabili satelliti in attività, senza tuttavia fornire altri dettagli.

Bella scoperta! Perciò, nessuno afferma che siano satelliti, mentre sul fatto che siano in attività ci sono ben pochi dubbi: basta vedere come si muovono, in modo lineare e (dunque) controllato.

 

Video visualizzabile qui

Lo Space Debris Office dell’Esa ha fatto sapere che non dovrebbe trattarsi di “spazzatura spaziale” perché, dal tipo di luminosità, sembrano essere oggetti intatti. Detlef Koschny, ricercatore dello Space Situational Awareness Program dell’Esa, che studia gli oggetti naturali pericolosi che passano vicino alla Terra, ha detto che non si tratta di meteore, in quanto queste bruciano nell'atmosfera nell'arco di due o tre secondi, mentre le due luci catturate dal video sono rimaste visibili per decine di secondi (il video pubblico è però accelerato 25 volte e le due luci appaiono per pochissimo tempo). «Le meteoriti bruciano tra 80 e 110 km di altezza», commenta Koschny: «valutando la curvatura della Terra nella ripresa, quegli sembrano viaggiare a 300 km di altezza».

Non è spazzatura, non sono meteore. Allora sono probabili satelliti. In questo caso verrebbe però da chiedersi se davvero esistono satelliti di cui l'Esa non conosce esistenza e posizione, e di conseguenza anche com'è possibile che Esa, Nasa e Roscosmos facciano navigare la Stazione spaziale internazionale lungo un binario così tanto sconosciuto. Comunque, c'è anche un'altra ipotesi - certamente la preferita dalla Rete: che siano alieni?[fonte]

 

 

Comments:

Articoli più Letti
Menu Principale
I Migliori libri di UFOLOGIA!
Cerca nel portale
Login
News dallo Spazio
Latest News
Sostieni la ricerca Sostieni Gli Alieni Tra noi - con una donazione su PayPal

Donazione

Joomla Paypal Donations Module