Category Archives: Mistero Tunguska

Tunguska qualcosa salverà la Terra?

In Siberia esisterebbe una struttura aliena capace di distruggere o deviare i corpi celesti in rotta di collisione con il nostro pianeta.
Premessa

La mattina del 30 Giugno 1908 alle ore 7,14, un meteorite roccioso di 60 metri di diametro penetra l’ atmosfera ed esplode sopra la Siberia Orientale a circa 6-8 Km d’altezza. L’energia liberata è spaventosa, pari a 1000 bombe atomiche come quella di Hiroshima, la foresta è rasa al suolo per oltre 2000 Km².
Il mondo si accorgerà di quest’evento solo vent’anni dopo grazie alla caparbietà di uno scienziato di nome Leonid Kulik, senza il quale sarebbe rimasto un avvenimento pressoché sconosciuto. Qualcuno potrebbe addirittura domandarsi perché la comunità scientifica è tuttora interessata a un fatto capitato un secolo fa. In realtà esistono diversi motivi che lo rendono ancora estremamente interessante e attuale:

perché è stata la più imponente deflagrazione di un meteorite a memoria d’ uomo che si possa studiare;
perché comprendere la dinamica dell’esplosione di Tunguska può aiutare a difenderci da minacce simili future;
perché se tale esplosione dovesse accadere nel nostro tempo, con buone probabilità sarebbe scambiata per un attacco nucleare da parte di una potenza straniera, in quanto gli effetti conseguiti sono del tutto simili a quelli di un’esplosione di tipo atomico;
perché non sono mai stati trovati resti del corpo cosmico esploso a Tunguska, nessun cratere, nessun frammento, solo micro particelle incastrate negli alberi sopravvissuti alla catastrofe.
Introduzione
I’ Evento di Tunguska rimane tutt’ oggi inspiegato, gli scienziati non hanno prove certe ma solo indizzi per teorizzare quello che potrebbe essere accaduto, perciò quando leggete articoli anche scientifici che titolano a gran voce ” svelato il mistero di Tunguska” e cose di questo genere, non credeteci!
Conosco solo una teoria (ma ho riserve anche in questo caso) che potrebbe svelare una volte per tutte l’enigma di Tunguska, quella sviluppata dai ricercatori del CNR di Bologna, a cui tuttavia rimane un ultima fatica: organizzare una spedizione (finanziamenti permettendo) finalizzata alla trivellazione del fondale del lago Cheko per verificare se il riflettore (come viene definito dagli stessi scienziati), individuato nelle precedenti spedizioni, consiste in un frammento del corpo celeste inesploso.
Sono fermamente convinto che anche se in fondo al lago Cheko venisse scoperto il corpo cosmico, l’enigma di Tunguska avrebbe ancora molti punti oscuri da svelare, infatti i dati scientifici raccolti e le testimonianze oculari lasciano intendere che quest’ evento è caratterizzato da due avvenimenti completamente distinti:
Uno di origine celeste (meteorite o cometa), uno di origine tettonica (terremoti anomali registrati prima dell’evento, anomalie magnetiche ecc. che avrò modo di spiegare dettagliatamente all’ interno del blog). State certi che i ricercatori non parleranno mai in questi termini, (liquiderebbero la mia ipotesi come una coincidenza improbabile se non impossibile), cercando di spiegare i fatti attraverso un unico avvenimento.
In questo modo vengono create delle teorie “monche” incapaci di creare un modello esauriente dell’ evento di Tunguska.

No tags for this post.
Gli Alieni Tra Noi is Spam proof, with hiddy
Advertisment ad adsense adlogger