t

Tre video in bianco e nero girati da piloti della Marina americana mostrano misteriosi oggetti in volo. Si tratta di video autentici, afferma il dipartimento della Difesa.

Il dipartimento della Difesa Usa ha reso noto, in un comunicato, di aver preso la decisione di pubblicare tre video di oggetti volanti “per dissipare eventuali idee pubbliche sbagliate sulla veridicità o meno delle immagini diffuse o sul fatto che ce ne fossero altre”. Dell’esistenza di queste immagini aveva parlato in passato anche il New York Times, mentre la Marina militare aveva già confermato, nell’ottobre scorso, l’autenticità dei filmati. Il fenomeno osservato nei video rimane qualificato come ‘non identificato'”, ha aggiunto il Pentagono. Su uno di questi è possibile vedere un oggetto di forma allungata muoversi rapidamente: lo stesso oggetto, pochi secondi dopo essere stato individuato da uno dei sensori a bordo dell’aereo della Marina statunitense, scompare alla sinistra con un’accelerazione improvvisa.

SCIENZA Oggetti volanti non identificati Usa, il Pentagono ammette: abbiamo incontrato gli Ufo Tre video in bianco e nero girati da piloti della Marina americana mostrano misteriosi oggetti in volo. Si tratta di video autentici, afferma il dipartimento della Difesa. Su Twitter l’hashtag #AliensExist, gli alieni esistono, supera il coronavirus Tweet Ufo, la Marina Usa conferma: “I video degli oggetti volanti sono autentici” 28 aprile 2020 Il dipartimento della Difesa Usa ha reso noto, in un comunicato, di aver preso la decisione di pubblicare tre video di oggetti volanti “per dissipare eventuali idee pubbliche sbagliate sulla veridicità o meno delle immagini diffuse o sul fatto che ce ne fossero altre”. Dell’esistenza di queste immagini aveva parlato in passato anche il New York Times, mentre la Marina militare aveva già confermato, nell’ottobre scorso, l’autenticità dei filmati. Il fenomeno osservato nei video rimane qualificato come ‘non identificato'”, ha aggiunto il Pentagono. Su uno di questi è possibile vedere un oggetto di forma allungata muoversi rapidamente: lo stesso oggetto, pochi secondi dopo essere stato individuato da uno dei sensori a bordo dell’aereo della Marina statunitense, scompare alla sinistra con un’accelerazione improvvisa. In un altro video, invece, è possibile vedere un oggetto sopra le nuvole. Il pilota statunitense si chiede se sia un drone: “C’è un’intera scia. Sta andando contro il vento! Un vento da ovest di 120 nodi!”, afferma il suo compagno di volo. “Guarda questa cosa!”, prosegue il suo interlocutore, mentre l’oggetto in questione comincia a girare. Un pilota della Marina statunitense in congedo, David Fravor, che ha incontrato uno di questi Ufo nel 2004, ha detto alla Cnn nel 2017 che l’oggetto in questione si muoveva in maniera irregolare. “Mentre mi avvicinavo a lui accelerò rapidamente verso sud e scomparve in meno di due secondi”, ha raccontato. Fu “come una pallina da ping pong che rimbalza su un muro”. L’ex senatore del Nevada Harry Reid, vale a dire dello Stato in cui si trovano le installazioni segrete della Zona 51 dell’Aeronautica americana, in un tweet si è detto “contento del fatto che il Pentagono stia finalmente trasmettendo queste immagini”, anche se ciò “scalfisce soltanto la superficie della ricerca e delle documentazioni disponibili”. “Gli Stati Uniti devono dare uno sguardo serio e scientifico a questo e a tutte le potenziali implicazioni per la sicurezza nazionale. Il popolo americano merita di essere informato”:

Nel dicembre 2017, ricorda l’agenzia Afp, il dipartimento alla Difesa Usa aveva ammesso di avere finanziato fino al 2012, data ufficiale del suo completamento, un programma segreto di diversi milioni di dollari per indagare sugli avvistamenti di Ufo. Su Twitter, intanto, è ‘febbre da alieno’, che supera i tweet sul coronavirus, come osserva anche Bloomberg:

[Fonte]

No tags for this post.