Il lancio del vettore avverrà il 18 dalla base europea nella Guyana Francese. E’ la 16esima missione del missile costruito al 70% dall’Avio di Colleferro e trasporterà un numero record di satelliti

Nella notte del 18 giugno Vega porterà nello spazio 52 mini-satelliti. Il lancio del vettore europeo nel cosmodromo di Kourou, nella Guyana Francese inaugurerà un nuovo sistema di supporto, trasporto e separazione multipla. Il sistema, chiamato Ssms- Servizio per il Lancio di Piccoli Satelliti (Small Spacecraft Mission Service) è la prima missione interamente dedicata a piccoli satelliti in “rideshare”, spiega l’Agenzia Spaziale Europea. Vega porterà in orbita i 50 satelliti in un unico lancio in quella che è la prima missione interamente dedicata a piccoli satelliti in “rideshare”, ovvero trasportati condividendo in stile “car-sharing” la medesima piattaforma.

Ssms “è la risposta europea alla crescente richiesta di lanci economici e rapidamente disponibili per satelliti di piccola taglia”, afferma l’Esa. Fino ad ora, aggiunge, “questi clienti si sono affidati alla capacità di ottenere un passaggio cosiddetto ‘piggyback’ insieme ad un satellite principale, ma gli spazi sono limitati e trovare una corrispondenza con i requisiti della missione principale è spesso difficile”.

“Questo volo annuncia una nuova era per il lancio di piccoli satelliti con missioni rideshare interamente dedicate ad essi e mostra il nostro impegno ad estendere l’accesso allo spazio per l’Europa e le sue capacità spaziali al servizio delle istituzioni europee, a rafforzare la nostra industria spaziale e far crescere la nostra economia” spiega Renato Lafranconi, Responsabile di Programma all’Esa per la fase operazionale del Vega.

E’ la sedicesima missione per il lanciatore costruito al 70% dall’Avio di Colleferro (Roma) e nato dalla partecipazione Asi-Esa nonché una tappa importante nella storia del trasporto dei satelliti in orbita. Il lancio previsto giovedì dalla base europea porterà nello spazio un numero record di satelliti nati dalla collaborazione di 13 Paesi, in grado di ottemperare a funzioni diverse, dall’osservazione della Terra alle telecomunicazioni.[Fonte]