La navicella cinese Chang’e-4 e il rover Yutu-2, scesi sulla “faccia nascosta” della Luna il 3 gennaio 2019, funzionano perfettamente al giro di boa del loro quarto giorno lunare: un successo per l’Agenzia spaziale cinese (CNSA), che aveva dato al rover 3 mesi terrestri di vita (un giorno lunare equivale a 28 giorni terrestri). Il lavoro di Yutu-2 dunque continua, con l’esplorazione all’interno del cratere Karman: fino a oggi ha percorso 179 metri (il suo predecessore si era fermato a 114 metri).

L’attuale giorno lunare è iniziato, per il nostro calendario, il 29 marzo, ma tra l’1 e l’8 aprile il team di controllo ha messo Yutu in stand-by, per precauzione contro il calore solare diretto. Risvegliato dal pisolino, il rover si è spostato di altri 8 metri.

Una scoperta importante. Non sono ancora stati scritti rapporti su riviste scientifiche, ma secondo alcune indiscrezioni gli scienziati cinesi avrebbero “trovato materiale che potrebbe raccontare la storia del mantello lunare”, ossia di quel che sta molto sotto la superficie del satellite. In attesa delle novità ecco alcune delle immagini inviate a Terra dal rover e dalla sonda.

No tags for this post.