Questo sito utilizza cookie anche di terzi per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, leggi qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie

To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

Inoltre ti confermiamo che questo è un sito sicuro, privo di malware o di software indesiderato...

Canale Youtube

Video Dossier
GTranslate
itenfrdeptrues

Qui sotto trovate il banner da inserire nel vostro sito per poter fare uno scambio pubblicitario alla pari.

Potete ridimensionare a piacimento e deve puntare a http://www.glialienitranoi.it.

Per info e inviarci il Vostro banner

contatti
Top Secret
Web- Tv
Segnala avvistamento
Corrado Malanga
Archivio File U.F.O

L’ex pilota Mario Alessi confessa: «Mi son trovato a tu per tu con l’ufo»

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Categoria principale: ROOT Categoria: dal mondo
Creato: 03 Aprile 2014 Data pubblicazione
Scritto da Bruno Stazi Visite: 8232

Il mistero mai chiarito di strane luci lampeggianti: «Sono apparse all’improvviso a fianco del mio jet»

TREVISO - Un dossier sugli avvistamenti nel Cansiglio. Gli ufo non finiranno mai di far discutere, tra fascino e curiosità. "Ufo, i dossier italiani", fresco di stampa (Mursia), raccoglie 338 pagine di testimonianze e racconti raccolti da Lao Petrilli e Vincenzo Sinapi.

Ma c’è un’altra "confessione": quella dell’ex pilota Mario Alessi, ora in pensione, recentemente festeggiato per il 60° dal suo primo atterraggio all'aeroporto di Istrana. «Era circa mezzanotte e il controllo aereo di Treviso mi dava come ultimo a scendere da quota 8.000 metri circa - ricorda l’ex ufficiale -. Improvvisamente scorgevo alla mia destra, a prua nord, una sfera luminescente e lampeggiante, di colore giallo-arancione». Alessi informò subito la torre di controllo della strana presenza e chiese conferma di essere l’ultimo a lasciare la verticale del "tacan" (radio assistenza a terra). Nel contempo chiese al radar se avesse intercettato qualcosa. «Non compariva nulla, esattamente come accadeva per il mio radar di bordo - rammenta l’ufficiale -. Ma intanto la sfera luminosa si avvicinava»...[fonte]

 

Comments:

Articoli più Letti
Menu Principale
I Migliori libri di UFOLOGIA!
Cerca nel portale
Login
News dallo Spazio
Latest News
Sostieni la ricerca Sostieni Gli Alieni Tra noi - con una donazione su PayPal

Donazione

Joomla Paypal Donations Module